Advertisement

OPPIC Newsletter

Iscriviti alla newsletter per assere sempre aggiornato sulle novità dell'Osservatorio.







OPPIC Download

Scarica la locandina:  PDF
Scarica la brochure:  PDF

Chi e' online

Abbiamo 1 visitatore online

Commercio Elettronico

oppic-marchio-certificazione-qualita.jpg


Marchio di qualità
per il commercio elettronico

L’Osservatorio ha curato  la realizzazione di un apposito marchio di qualità che certifica il rispetto, da parte delle imprese pugliesi impegnate nel settore del commercio elettronico e dell’e-business continua

In Evidenza

libro-diritto-delle-nuove-tecnologie.jpg

L'Osservatorio O.P.P.I.C. ha pubblicato, per Cacucci Editore, il libro dal titolo: Diritto delle nuove tecnologie.

Dettagli

Cacucci Editore


Social Network

oppic-socialnetwork-facebook.jpg
oppic-socialnetwork-youtube.jpg

Siamo anche su Facebook e Youtube. Segui l'attività di O.P.P.I.C. sui social network

Oppic è su Facebook

Oppic Puglia Oppic

Crea il tuo badge
vota per il
software libero! (banner)

Diritto Comparato dei Media
Regione Puglia: stop del Garante ai dati dei disabili sul sito della Regione PDF Stampa E-mail
News ed Eventi - News dal Mondo Digitale
lunedì 23 febbraio 2015
Regione Puglia: stop del Garante ai dati dei disabili sul sito della Regione
Il Garante ha vietato alla Regione Puglia di diffondere sul portale "Sistema Puglia" dati idonei a rivelare lo stato di salute dei cittadini. Su segnalazione di una persona, che aveva chiesto di partecipare a un bando per progetti personalizzati in favore di individui con disabilità motorie gravi, l'Autorità per la privacy ha verificato che la Regione aveva pubblicato in chiaro sul proprio sito web i nominativi dei cittadini che avevano presentato domanda di partecipazione al bando riservato ai disabili, rivelando di conseguenza il loro stato di salute. I documenti pubblicati, allegati alle determinazioni, riportavano in chiaro, tra l'altro, oltre al nome e cognome del richiedente, il codice, l'ambito territoriale, la data e l'ora dell'istruttoria, l'esito, e, per le domande non ammesse, la motivazione di esclusione. Le informazioni erano immediatamente visibili e liberamente scaricabili in rete tramite l'inserimento delle generalità nei più diffusi motori di ricerca generalisti. E' scattato perciò il divieto del Garante all'ulteriore diffusione in Internet dei dati personali contenuti nei documenti in questione. L'Autorità ha ordinato inoltre alla Regione, titolare del trattamento, di conformare per il futuro la pubblicazione di atti e documenti in Internet alle disposizioni del Codice privacy e delle Linee guida in materia di trasparenza e pubblicità, di recente adozione (doc web n. 3134436), rispettando in particolare il divieto di diffondere i dati sulla salute degli interessati. Il Garante ha anche prescritto alla Regione di attivarsi presso i responsabili dei principali motori di ricerca, al fine di sollecitare la rimozione della copia web degli allegati alle determinazioni dagli indici e dalla cache dei motori di ricerca. L'Autorità si è riservata di valutare, con separato provvedimento, gli estremi per contestare la violazione amministrativa prevista per l'infrazione al Codice.
Fonte: Garante privacy
 
< Prec.   Pros. >
             Home              Chi Siamo              Attività              Progetti              Documentazione              Video              Cerca              Site Map              Contattaci             
Creative Commons License
Questa opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.